Hai presente 4 hotel?

Dovrebbe rappresentare la bussola che permette di orientarsi nel mondo dell’hospitality in hotel.

Favorevole o contrario?

Rispondo subito a questa domanda perché devo togliermi un peso…

Io sono contrario, ma sono anche a favore.

In che senso? Non sono pazzo! Mi spiego.

C’è chi pensa che Bruno Barbieri sia diventato il nuovo ambasciatore dell’ospitalità, chi dopo il programma 4 Hotel, ascolta ogni suo consiglio come se fossero parole di un professionista del settore.

Non sono qui per entrare nel merito delle sue opinioni ma c’è da sapere che l’ospitalità è come un pantone di colori… ogni colore è a se stante, diverso, unico.

Certo, la ristorazione non è da meno ma, permettetemi di dire che, se nasci ristoratore, anche pluristellato, non potrai mai acquisire in pochi mesi le competenze di un Albergatore.


L’hotel è altro.

Se non sei davvero esperto del settore, non puoi comprenderlo nel suo complesso.
E poi… parliamone, esperto di cosa?
Gli hotel sono mondi differenti, gli hotel sono come le persone.

Pensiamo al detto: “ogni testa è un piccolo tribunale”.
Ovvero, in ogni testa, una qualsiasi circostanza può essere percepita in modi differenti e può essere influenzata da:

  • le esperienze;
  • il vissuto;
  • la personalità;
  • la tipologia di cliente che rappresento in quel dato momento storico della mia vita;

L’hotel è vissuto da chi lo gestisce, che lo conosce come un figlio.
Consentire ad uno Chef (seppur pluristellato) di giudicare degli hotel è sensato?

Dipende con che oggi si guarda al format; una nota stonata di questo programma è anche che entrano in competizione tipologie differenti di strutture ricettive che non andrebbero mai messe a confronto.

La nota stonata di questo programma è anche che entrano in competizione tipologie differenti di strutture ricettive che non andrebbero mai messe a confronto.

E’ un po’ come paragonare:
Una macelleria, una pescheria ed uno studio notarile.
Non ti sembra alquanto anomalo?

Lo è eccome, ma guardando oltre alla competizione, ecco il risvolto che riesco a comprendere e condividere… In chiave Marketing, sono favorevole.

Vincere 4 Hotel, indipendentemente dal tuo “rivale”, fornisce una bella leva di visibilità.
La tv rimane pur sempre il primo canale per veicolare la comunicazione.

Quanti e quali sarebbero i punti di forza che puoi utilizzare per incrementare le tue pubbliche relazioni?

  • Vincitore del programma;
  • La forza di un brand televisivo come “4 Hotel”;
  • Il nome di Bruno Barbieri;
  • La parola “visto in TV” (che fa sempre la sua sporca figura);
  • Sky.

Sarebbe sciocco sottovalutare questi messaggi che in pochi minuti ti possono dare la possibilità di generare potenziali clienti a basso costo.

E la cosa non vale solo per il vincitore, ma anche gli altri 3 concorrenti.
Il programma in realtà rappresenta una vetrina ed, in quanto tale, è il consumatore a scegliere.

Non può esserci critica di Barbieri che tenga se, durante la trasmissione, lo spettatore nota un hotel che è di suo gradimento. 
Tutto quello che può esprimere il conduttore è superfluo ed anzi, se quest’ultimo avanza delle critiche, istintivamente si sarà portati a difendere la struttura scelta…<< Come si permette quello di dire queste cose all’hotel che mi piace?>>

Come già detto, l’unico denominatore comune che Barbieri usa è l’ospitalità, non la tipologia di servizio offerto.

Per questo motivo partecipare al programma da la possibilità, in pochi minuti, di creare una brochure interattiva e realizzata in maniera professionale!

Oltre alla parte video si ha la possibilità di sfruttare la leva interesse che il programma sta creando nei confronti dell’utente.

Quindi, sfruttare l’occasione risulta sicuramente un vantaggio.

Non è assolutamente detto che, se non se ne uscirà vincitori, le vendite diminuiranno, perché si è istintivamente portati a pensare questo.
Se una volta si usava dire: “l’importante è che se ne parli”, mutuando la frase può diventare: “l’importante è esserci” perché si è solo in 4 e tutte le altre strutture della zona neanche vengono menzionate.

Si diventa parte di una èlite non dichiarata, ma percepita dagli spettatori!

Mi è stato confermato proprio da un albergatore che ha gareggiato nella prima puntata.

Il solo fatto di essere in vetrina, anche se non da vincitore, ti dà un VANTAGGIO.

Del resto, da questo elenco , :

  • Vincitore del programma;
  • La forza di un brand televisivo come “4 Hotel”;
  • Il nome di Bruno Barbieri;
  • La parola “visto in TV” (che fa sempre la sua sporca figura);
  • Sky.

dovresti eliminare soltanto la prima voce.
Tutte le altre, sarebbero VALIDE anche se non si riuscisse ad essere il vincitore.

Quando ho iniziato a scrivere questo articolo nella mia testa non avevo chiaro il destinatario della mia “critica”.
Il programma o il conduttore?
Ora lo so.
E’ assolutamente chi ha scelto il conduttore.


Non puoi assumere un portavoce della ristorazione se il tuo business è un Hotel.

E tu? Utilizzeresti questa vetrina indipendentemente dalla classifica?
Sarebbe davvero un “danno” essere il “perdente”?


Lo hai già letto? Forse ti interessa ....

Storia di un Albergatore nostalgico
Casi Studio

Dimenticare? La sindrome del Carassio Dorato! Ti starai sicuramente chiedendo:  « Cos’è un Carassio Dorato e soprattutto… cosa c’entra con... Leggi di più

Lascia un commento

Condividi la tua opinione con l'autore e gli altri lettori.

Vuoi sviluppare al meglio la tua identità family?

Confrontiamoci sulle attività di Marketing del tuo Hotel.